ITINARRARIO

Storie di draghi e libellule...

popolo o moltitudine

A proposito di innovazione digitale: una prospettiva culturale.

Ci sono eventi – e sono sempre culturali – che cambiano letteralmente senso a percorsi che davamo per acquisiti, modificandone la prospettiva e perfino l’orizzonte. A cosa spalancherà le porte la rivoluzione digitale?

Scrivere e big data

Scrivere al tempo dei Big Data: questione di punti di vista.

Dall’avvento dei motori di ricerca in poi l’Autore – all’interno del nuovo meccanismo narrativo – ha iniziato a rivolgersi non solo al proprio lettore/utente/consumatore-modello, ma anche ai modelli matematici e semantici degli algoritmi di analisi e tracciamento.

Comunicazione e social

Parole, linguaggio e social: l’audacia della (IN)comprensione.

Tra ciò che vedo e dico, tra ciò che dico e taccio, tra ciò che taccio e sogno, tra ciò che sogno e scordo, la poesia. Octavio Paz Parole, parole, parole, soltanto parole… parole tra noi” cantava Mina negli anni ’70, relegando a quel soltanto la pochezza di senso che potenzialmente tutte le comunicazioni, non…
Read more

scrivere

Il copy è un fingitore

La differenza tra realtà e finzione – da tanti ardentemente inseguita – non è mai stata altrettanto chiara, per me. E tanto meno limpida.
Diciamo anzi che questo confine non l’ho mai avvertito sino in fondo, non riconoscendo a niente e nessuno lo statuto convenzionale di realtà. Figuriamoci quello di finzione.

Un motivo al giorno

Un motivo al giorno

Per diversi anni, quelli dell’infanzia prima e della giovinezza poi, ho esercitato il cuore inseguendo, nell’addormentarmi, un motivo sufficiente al mio risveglio, nel tentativo di riempire la giornata successiva già dalla notte che la precedeva.

Barchetta

Scrivere o andar per mare?

Scrivere è molto simile a saper pescare…
A volte le reti fanno riemergere cose prelibate e preziose, altre volte solo relitti e inutilità. 🙂

Quarantanove righe...

Quarantanove righe

La letteratura e la poesia sono il mio amore più antico. Nutro una passione sfrenata per poeti quali Paul Celan e Cristina Campo, adoro i poeti russi, dalla Cvetaeva a Majakovskij, dall”Achmatova a Brodskij…